Analisi del rischio industriale

PHA, QRA

Questa attività è partita nel 1982 a seguito della emanazione della direttiva comunitaria EEC 82/501 relativa alle industrie a rischio di incidente rilevante (direttiva ratificata in Italia tramite il decreto del Presidente della Repubblica n° 277 ed  i successivi decreti del Ministero degli Interni e del Ministero dell’Ambiente). Attualmente, nell’anno di entrata in vigore della terza edizione della direttiva Seveso III nel nostro Paese (D.Lgs. 105/2015), Tecsa S.r.l. rappresenta un punto di riferimento per numerose realtà produttive di rilevanza nazionale ed internazionale soggette agli adempimenti di tale corpo normativo.

Tecsa S.r.l.  ha di fatto condotto numerose analisi di rischio industriale per numerosissime industrie ed impianti sia italiani che stranieri come ad es. raffinerie, depositi di sostanze chimiche e petrolchimiche, impianti chimici di processo, terminali marini e terrestri, impianti di gassificazione, impianti di estrazione olio combustibile e gas on-shore ed off-shore, depositi di sostanze tossiche e pericolose, impianti di trasporto e movimentazione polveri.

Alcune delle tecniche generalmente usate sono:

Identificazione Rischi
Hazard and Operability Studies (hazops); Failure Modes, Effects and Critically Analysis (FMECA); Safety Audits; “what if” Analysis; Preliminar Hazard Analysis (PHA); Incident Reviews; Hazard Identification (HAZID), Bow-Tie, alberi di guasto (FTA) e degli eventi (ETA).

Il metodo Bow-Tie si presta particolarmente anche per:

  • l’analisi di incidenti e quasi-incidenti (descritta anche nel volume sui rischi di incendio);
  • la valutazione sostanziale del rischio nelle infrastrutture complesse ove sono numerosi gli scenari di cui tenere conto e le cui risultanze devono essere utilizzate per poter procedere ad una valorizzazione di KPIs anche ai fini di una prioritizzazione nella gestione dei rischi (‘risk ranking’) e di una comparazione (ad esempio tra siti diversi afferenti la medesima proprietà/gestione quale può essere quella di un gruppo di stazioni ferroviarie, terminal portuali e scali merci, etc.).

Analisi delle Conseguenze
Modellazione matematica di esplosioni, dispersioni e conseguenze, Bleve, Uvce, Radiazione Termica (da pool e jet fires), attraverso l’impiego di codici di calcolo moderni e validati sia di tipo tradizionale sia operanti con tecniche fondate sulla fluidodinamica computazionale (CFD). Tra questi anche i metodi di tipo speditivo utilizzati dalle autorità aventi giurisdizione per la pianificazione di emergenza esterna (es. D.M. 25 febbraio 2005).

L’analisi delle conseguenze viene condotta con strumenti e codici di calcolo validati e con un grado di approfondimento commisurato con lo stato progettuale e con i requisiti dei committenti. A partire dal 2015 TECSA S.r.l. conduce analisi PHA e QRA per l’industria di processo non solo con strumenti CFD ma anche con strumenti 3D maggiormente speditivi (in particolare per studi di ‘facility siting’ e di ‘plant layout’) tra cui l’Add-On 3D Explosion Module di DNVGL per Phast Professional (UK). Il metodo si colloca ad un livello intermedio di approfondimento tra i codici di tipo speditivo/tradizionali ed i codici CFD, completando così l’estensione dei servizi di TECSA S.r.l. La tridimensionalità considerata nella conduzione degli studi consente di corredare gli studi successivi di un idoneo e coerente grado di approfondimento con particolare attenzione alla definizione dei criteri di posizionamento e della tipologia dei sistemi Fire & Gas mediante strumenti di ‘F&G Mapping’ in 3D.

TECSA S.r.l. è inoltre in grado di effettuare, nell’ambito degli approfondimenti inerenti gli effetti domino, studi specialistici di proiezione frammenti attraverso l’impiego di codici di calcolo specifici e di modellazione del danno su apparecchiature di processo e tubazioni ai fini della determinazione del danno e della successiva modellazione della perdita di contenimento.

Analisi delle Decisioni
Analisi delle Decisioni dinamica ed integrata, Alberi decisionali, Balanced Scorecards, AHP. Le Balanced Scorecards sono utilizzate nell’ambito della definizione e del monitoraggio dei KPIs associati ai sistemi di gestione e sono un fondamento della piattaforma informativa HSE-D di TECSA medesima, ovvero la digital board della sicurezza di processo per l’HSE Manager.

Ricomposizione del rischio d’area
mediante codici di calcolo e metodologie internazionalmente riconosciute (es. TNO RiskCurves)

Analisi dell’errore e del fattore umano (HRA)

Per una panoramica maggiormente esaustiva dei servizi in questo ambito si rimanda al capitolo specifico.