Sistemi di gestione

Tecsa S.r.l. offre servizi di “ingegneria dei sistemi di gestione” considerando che, in ogni organizzazione, il puntuale raggiungimento degli obiettivi prefissati non può considerarsi una condizione “una tantum” ma deve necessariamente essere un impegno costante della organizzazione nel tempo.

Ciò può essere garantito esclusivamente mediante la messa in campo di risorse operate congruentemente con un sistema strutturato e ben codificato, dimensionato sulle effettive necessità e capacità aziendali.

Ciò richiede una corretta analisi della organizzazione rispetto al tema da monitorare (con audit svolte da professionisti, certificati quali “lead auditor” di terza parte) e successivamente la corretta “ingegnerizzazione del sistema”.  A tale servizio segue una valutazione delle performance attese rispetto idonei KPI.

Tecsa S.r.l. vanta, attraverso i suoi tecnici senior, una esperienza significativa nella implementazione di:

  • sistemi di gestione della sicurezza per la prevenzione degli incidenti rilevanti;
  • sistemi di gestione della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro (OHSAS 18001);
  • sistemi di gestione della sicurezza antincendio ex D.M. 9 maggio 2007 in presenza di vincoli di gestione derivanti dall’ottenimento di una deroga mediante applicazione dei metodi di ingegneria antincendio prestazionale;
  • sistemi di gestione ambientale (ISO 14001);
  • sistemi di gestione dell’energia (ISO 50001);
  • sistemi di gestione della continuità del business (ISO 22313);
  • sistemi di gestione della sicurezza funzionale per la implementazione del ciclo di vita previsto dalle norme CEI IEC 61511 (vedi approfondimento specifico inerente le attivita TECSA S.r.l. in materia di sicurezza funzionale);
  • sistemi di gestione della manutenzione (anche ai fini della inclusione dei requisiti derivanti da studi RAMS condotti dal settore TECSA S.r.l. di ingegneria della affidabilità ed ingegneria di manutenzione), ivi compreso il supporto nella implementazione di CMMS (Computerized Maintenance Management Systems) e nella definizione di specifici KPI. I sistemi di gestione sono integrati dai requisiti di cui alla UNI EN 16646. Tale norma stabilisce anche la relazione tra il piano strategico organizzativo e il sistema della manutenzione e descrive le interrelazioni tra il processo di manutenzione e tutti gli altri processi di gestione di beni fisici. Essa affronta il ruolo e l’importanza della manutenzione all’interno del sistema di gestione dei beni fisici durante l’intero ciclo di vita di un bene;
  • sistemi di gestione dell’integrità degli asset fisici (AIM – Asset Integrity Management), segnatamente per le aziende operanti nel mondo oil & gas offshore and onshore (standard ISO 55000).

Dal 2015 TECSA S.r.l., sulla base della esperienza acquisita nella implementazione di sistemi di gestione secondo gli standard OHSAS 18001  e ISO 31000, svolge attivita propedeutiche alla predisposizione, implementazione ed integrazione degli esistenti sistemi nell’ambito dell’adozione del futuro standard ISO 45001 in materia di gestione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro la cui pubblicazione risulta essere prevista nell’autunno del 2016. Tale standard trae vantaggio dall’esperienza internazionale sviluppatasi con lo standard 18001 ed incorpora le linee guida ILO.

Tecsa S.r.l. svolge attività di assistenza su richiesta in contraddittorio con gli auditor del gruppo di certificazione.

Nell’ambito dell’analisi dell’organizzazione sia ai fini della verifica del grado di sicurezza sia ai fini della verifica del grado di resilienza TECSA svolge audit ed assessments connessi con la valutazione della complessità in accordo alla recentissima (dicembre 2015) norma UNI  11613. La norma fornisce a ogni organizzazione le linee guida per pianificare, sviluppare, attuare, monitorare e riesaminare un processo di Valutazione della Complessità (VACO) del proprio sistema al fine di identificare e classificare le criticità e migliorare la resilienza dell’organizzazione stessa. La valutazione della complessità si inserisce nelle attività di studio delle organizzazioni che traggono vantaggio dall’applicazione di metodi quantitativi di valutazione tra cui le tecniche di analisi dei vincoli (“Theory of constraints” di E. M. Goldratt).

L’analisi dei sistemi di gestione esistenti e la formulazione di nuovi sistemi di gestione viene effettuata congiuntamente ad una analisi dell’organizzazione aziendale e dei processi connessi con l’ambito di applicazione del sistema. La documentazione dell’assessment condotta trae vantaggio da un forte utilizzo della notazione internazionale di illustrazione dei processi denominata BPMN (Business Process Modeling Notation) nella sua più recente versione 2.0