Principles of forensic engineering applied to industrial accidents

Luca Fiorentini, Luca Marmo
Wiley, 2019
520 pp., inglese

 

L’ingegneria forense dovrebbe essere vista come un approccio rigoroso alla scoperta delle cause radice che portano a un incidente o quasi incidente. L’approccio dovrebbe essere adatto a identificare sia le cause immediate sia i fattori sottostanti che hanno influenzato, amplificato o modificato gli eventi in termini di conseguenze, evoluzione, dinamiche, ecc., Nonché il contributo di un eventuale “errore umano”. Questo libro è un volume conciso e introduttivo alla disciplina dell’ingegneria forense che aiuta il lettore a riconoscere il legame tra quegli aspetti importanti e molto specializzati dello stesso problema nella strategia globale di apprendimento dagli incidenti (o quasi incidenti). Il lettore trarrà vantaggio da un unico punto di accesso a questa letteratura tecnica molto ampia che può essere compresa correttamente solo con i giusti termini, definizioni e collegamenti in mente.

Il testo:

  • presenta casi semplici ma reali, oltre a fornire una panoramica di quelli più complessi, ciascuno di essi indagato all’interno dello stesso quadro;
  • fornisce ai lettori la bibliografia per accedere ad aspetti specifici più approfonditi;
  • offre una panoramica delle metodologie e delle tecniche più comunemente utilizzate per indagare sugli incidenti, comprese le prove che dovrebbero essere raccolte per definire la causa, le dinamiche e le responsabilità di un incidente industriale, nonché i metodi più appropriati per raccogliere e preservare le prove attraverso un catena di sicurezza appropriata.

Il volume è una lettura essenziale per ricercatori e professionisti in ingegneria forense, nonché studenti laureati in ingegneria forense e altri professionisti operanti nel settore tecnico ed HSE.

Il volume è introdotto da prefazioni di esperti di rilevanza internazionale tra cui:

  • Gioacchino Giomi (già Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco);
  • Bernardino Chiaia (Vice Rettore del Politecnico di Torino);
  • Kong Fah Tee (docente presso l’Università di Greenwich ed editor-in-chief del Journal of Forensic Engineering).

L’opera è stata selezionata tra le migliori 11 opere scientifiche (“must read book”) del 2019 dall’ASME (American Society of Mechanical Engineers).